Stefano Esengrini /// “Anthony Caro, tra scultura e architettura”

Locandina 2016 - 14. ESENGRINI

BIO
Stefano Esengrini, dopo essersi laureato in Discipline Economiche e Sociali (Università Bocconi) e in Filosofia teoretica (Università degli Studi di Milano), ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Radboud Universiteit di Nijmegen con una tesi sul pensiero di Martin Heidegger. Docente di filosofia e storia nei Licei, collabora con la cattedra di Estetica dell’Università degli Studi di Milano su temi afferenti la fenomenologia, l’ermeneutica e la teoria dell’arte. Nel 2013 ha curato il sito dello scultore Mario Negri; nel 2015 ha co-curato presso la Fondazione Arnaldo Pomodoro una mostra in omaggio a Giovanni Carandente. Ha curato numerosi testi, tra i quali si segnalano: A. Rodin, La lezione dell’Antico (2007); J. Beaufret, In cammino con Heidegger (2008); E. Chillida, Lo spazio e il limite (2010); R. Marteau, La pittura è epifania (in preparazione). Tra i suoi lavori ricordiamo: Heidegger legge Stifter. Per un’interpretazione fenomenologica della «Eisgeschichte» (2007); Heidegger e Chillida. Un dialogo sullo spazio (2010); Dal silenzio l’immagine (2015). Attualmente lavora a un volume sul rapporto tra arte e pensiero oltre il nichilismo.

Pagina personale di Stefano Esengrini presso l’Università degli Studi di Milano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s